Il Canto dei Respiras

I RESPIRASBUFFO

 

I Respirasbuffo dormono molto, mangiano poco di tutto, giocano tutto il giorno e quando dormono ne sognano di tutti i colori. Al mattino, appena si svegliano dopo aver dormito sui loro sacchi pieni di storie ascoltano di che umore sono, e che siano di umore bianco oppure nero si fanno delle grandi risate. Poi controllano se tutte le parti del corpo rispondono al richiamo dei suoni dei loro respiri e intonano il Canto dei Respirasbuffo. Le guance si gonfiano: BFAH. Le pinne rispondono: STCIAFFE. Con le pance disegnano un otto: GNAM GNÒM. L’ombelico ruota e la schiena si inarca: BRGRAOM. Si sentono crescere le zampe, come quelle di un gigante: OM BOM. La coda: SCHÒMME. Le ali: SCHASSEI. E quando tutte le parti del corpo si sono risvegliate, i Respirasbuffo dicono: E A E Ò, e si chinano a terra per sentirsi belli e in pieno relax. Se poi avanza tempo, e i Respirasbuffo ne hanno sempre tanto a disposizione, si prendono i piedi con le mani e cominciano a impastarli per farli diventare morbidi come panini freschi e profumati.

Poi inizia la loro giornata. Pronti a sperimentare quanti più giochitondi possibile, i Respirasbuffo partono sorridendo alla scoperta di luoghi e amici vecchi e nuovi. Il bello è che qualsiasi cosa incontrano non smettono mai di meravigliarsi felici, e le loro valige sono sempre più ricche di storie da raccontare. Buon viaggio, Respirasbuffo.

 

 

Scarica qui il pdf con le immagini>